Logo dimora storica Iachia Residenza d'epoca e B&BVilla Iachia 230 anni di dimora storica iachia

Vista di un percorso nel parco

Vista di un percorso nel parco

Vista canne di bambù

Vista canne di bambù

Il complesso, sviluppato su una vasta area poligonale irregolare, è situato al margine del nucleo abitato di Ruda. Si compone del fabbricato dominicale e di annessi rustici inseriti nell’ampio parco, con alberi ad alto fusto che celano la vista degli edifici dall’esterno. Un lungo viale attraversa il parco e conduce alla villa, mentre un secondo viale diparte dal retro dell’edificio e s’inoltra nella campagna. Con i suoi tredici ettari, il parco di Villa Iachia è il secondo per estensione nella regione Friuli Venezia Giulia. La presenza a Ruda della famiglia Iachia, trasferitasi a Trieste dalla Romagna, è attestata dal XVIII secolo. Il complesso presenta un assetto disorganico, effetto di diverse fasi di edificazione. La villa, attorno alla quale esso è organizzato, era originariamente suddivisa in due corpi di fabbrica distinti ed appartenenti rispettivamente alle famiglie Morpurgo e Iachia. L’accorpamento in un edificio unitario avvenne nel 1814, in seguito al matrimonio tra Giacomo Davide Iachia e Gentile Morpurgo, figlia di un mercante che aveva acquistato a Ruda delle terre appartenute ai Savorgnan. Giacomo Davide Iachia utilizzò la proprietà per creare una moderna azienda agricola la cui fortunata attività, fu stroncata dalle vicende della Prima guerra mondiale. Risale al 1908 l’impianto del lungo viale di carpini che dal centro del parco corre in direzione ovest verso il confine della proprietà. Tra le due guerre la famiglia decise di vendere parte delle terre della proprietà di Ruda. I restanti terreni continuarono ad essere condotti attraverso la mezzadria fino agli anni Sessanta del Novecento, quando cessò anche l’allevamento dei bachi da seta. Il recupero di alcuni fabbricati rustici con destinazione a residenza estiva si deve a Gino Iachia. Dal 2006 la famiglia Iachia vive stabilmente nella proprietà e segue i lavori di manutenzione del parco. Nel 2001 sono state piantate specie autoctone su quattro ettari nell’area agricola a sud della proprietà. La villa è attualmente utilizzata anche per eventi e come soggiorno di vacanza: sono state ricavate cinque suites ed è stato ristrutturato il fabbricato della cantina per accogliere il pubblico. Nel 2001 sono state piantate specie autoctone su quattro ettari nell’area agricola a sud della proprietà.

Vista del viale in autunno

Vista del viale in autunno

Vista di un viale del parco di Villa Iachia

Vista di un viale del parco di Villa Iachia


VILLA IACHIA SPOT

Dimora storica Iachia

Translate

Premi 2016

Wedding award matrimonio.com location ideale per matrimoni